La legione straniera, Paolo Zappa, DALL 'OGLIO, EDITORE Giugno 1964.

8 €
28/12/2017
Salva nei preferiti Preferito
DETTAGLI
Prezzo: 8 €
Tipo di annuncio:  Vendo
Annuncio per:  Libri
Comune: Trento
DESCRIZIONE
PAOLO ZAPPA
LA LEGIONE STRANIERA

I CORVI
COLLANA UNIVERSALE MODERNA

NUMERO 31
4° DELLA 'SEZIONE VERDE'

MILANO
DALL'OGLIO, EDITORE
Giugno 1964

Copertina morbida a colori, legature editoriale, pagine 226, formato cm. 11X18.

Paolo Zappa (Castagnole Monferrato-Asti, 27 giugno 1899 – Torino, 12 marzo 1957) è stato un giornalista e scrittore italiano.
Nato a Castagnole Monferrato nel 1899, Zappa fu un inviato speciale del quotidiano La Stampa di Torino, pubblicista e scrittore prolifico.
Esordì nel 1924 come redattore capo della rivista Le Grandi Firme, collaborò con diverse testate giornalistiche, tra cui come corrispondente aeronautico della La Nazione di Firenze, e i suoi saggi nacquero dalle esperienze di viaggio in Africa e nel lontano Oriente come corrispondente estero.
Subito iscritto al partito fascista, non ricoprì cariche importanti nell'apparato. Nel 1931 effettuò un viaggio in Marocco al seguito di una colonna della Legione straniera francese in marcia verso la regione di Meknès-Tafilalet e descrisse quell'esaltante esperienza l'anno successivo nello scritto La Legione Straniera. Nel 1931 nel Meknès-Tafilalet si giocava l'indipendenza degli ultimi ribelli del Marocco che in 50.000 si contrapponevano all'esercito francese. I francesi, comandati dal maresciallo Luciano Saint, schieravano quattro reggimenti della Legione straniera con 18.000 uomini, 5 gruppi di automitragliatrici, 12 squadriglie di aeroplani più alcuni reparti di truppe coloniali (Spahis). Paolo Zappa per descrivere la vita spicciola nella Legione, si fece assumere come aiuto barman dal vivandiere Bellis, un tunisino di origine italiana che vendeva i suoi prodotti ai soldati francesi. Seguì il tragitto del battaglione del 4° REI che lentamente marciava da Marrakech verso Uarzazat per poi proseguire nella vallata di Dadés. Nel 1933 viaggiò per 18 giorni, sotto mentite spoglie di infermiere, sulla nave "La Martinière" tra i forzati francesi condannati alla detenzione della Cayenna, esperienza che poi tradusse nella pubblicazione di "L'ergastolo navigante: "la Martinière" edito a Milano nel 1934.
Nel 1936 collaborò con il Servizio Informazioni Militari italiano nel corso di un'operazione a Gibuti e nel 1938 sottoscrisse, con altri 360 intellettuali italiani, il manifesto delle leggi razziali.
Nel 1943, subito dopo il disastro dell'ARMIR in Russia, Paolo Zappa tenne una conferenza a Cuneo sulle vittorie dell'Asse, nel tentativo di risollevare il morale della popolazione sostenendo, tra l'altro, che la divisione Cuneense era caduta tutta prigioniere dell'armata rossa e quindi gli alpini erano tutti salvi, tutti vivi.
Nel 1944 aderì alla Repubblica Sociale Italiana di Salò. Fu nominato commissario della casa editrice Rizzoli e inquadrato nella Brigata Nera "Ather Capelli", squadra Stampa di Giuseppe Solaro.

Una legione straniera è una forza militare, originariamente istituita da un monarca, che consiste di stranieri che non sono di norma sudditi del re o cittadini della nazione. Poiché i suoi componenti sono sempre in servizio, non ha la stessa struttura di un reggimento.
Molte nazioni, ad esempio il Regno Unito con la Legione Tedesca del Re, ebbero queste legioni in epoca antecedente al XX secolo.
Le uniche due rimaste al giorno d'oggi sono quelle di Francia (Légion étrangère) e Spagna (Legión Española). La locuzione legione straniera fa in genere riferimento alla Legione straniera francese.


Spese di spedizione Euro 2,50 con posta prioritaria "piego di libri", opportunamente protetto in custodia di cellofan e inviato dentro apposita busta postale imbottita a bolle d'aria.

Pagamento:
postepay
bonifico bancario
vaglia postale
RISPONDI
RISPONDI

Annunci gratuiti a Trento